TSN_GALLIATE007

Coppa gara “C. Donat Cattin”: coppa di partecipazione

La coppa è stata acquistata presso l’Oreficeria Gioielleria Baiardi, storica attività attiva dal 1953 a Novara.
La coppa è di argento.

Carlo Donat-Cattin (Finale Marina, 26 giugno 1919 – Monte Carlo, 17 marzo 1991) è stato un sindacalista e politico italiano.
Ha svolto gran parte della sua attività politica facendo riferimento al Piemonte.
Nel 1954 entrò nel consiglio nazionale della DC, fu eletto deputato dal 1958 al 1979, anno in cui fu eletto senatore.
Entrò nel I Governo Moro come sottosegretario nel 1963 e ricoprì la carica di ministro numerose volte:
– dal 1969 al 1972, Ministro del lavoro e della previdenza sociale (governi Rumor II, Rumor III, Colombo, Andreotti I);
– 1973, Ministro per gli interventi straordinari nel Mezzogiorno (Governo Rumor IV);
– dal 1974 al 1978, Ministro dell’Industria, Commercio e Artigianato (governi Moro IV, Moro V, Andreotti III, Andreotti IV);
– costretto a lasciare l’incarico il 25 novembre del 1978, Carlo Donat-Cattin fu sostituito da Andreotti con Romano Prodi.
Tornato in campo nel 1986, venne scelto nello stesso anno come Ministro della sanità da Bettino Craxi, che si accingeva a formare il suo secondo governo.
Il 9 febbraio 1989 la Camera dei Deputati respinse (con 179 si e 278 no) una mozione di sfiducia presentata contro Donat-Cattin da Partito Comunista Italiano, Sinistra Indipendente, Democrazia Proletaria, Partito Radicale e Verdi.
Il suo ultimo incarico gli venne conferito nel 1989, allorché Giulio Andreotti lo scelse come Ministro del lavoro e della previdenza sociale: in questa veste egli ebbe una trattativa serrata con la Confindustria per il rinnovo dei contratti dei metalmeccanici; una volta constatato che le sue idee non erano ben accette egli si alzò e se ne andò, abbandonando il tavolo della trattativa, ma successivamente questa si sarebbe risolta in suo favore.
Morì il 17 marzo del 1991 all’età di 71 anni a seguito di problemi cardiaci (aveva subito un infarto nel 1983).
È sepolto nel Cimitero monumentale di Torino in una tomba di famiglia insieme al figlio Marco Donat-Cattin (1953–1988), terrorista di Prima Linea.
In data 28 febbraio 2014 il comune di Torino gli ha intitolato il tunnel automobilistico di corso Mortara.

Anno di realizzazione

Autore

Disciplina sportiva

Periodo Storico

Città

Provincia

Regione

Società

Tipologia